Cinema Santo Spirito


Vai ai contenuti

DA VENERDI' 23
A LUNEDI' 26 FEBBRAIO

LA ZONA D'INTERESSE
Un film di Jonathan Glazer.
Con Christian Friedel, Sandra Hüller, Johann Karthaus, Luis Noah Witte.
Genere: Drammatico
Durata: 105 min.


VENERDI' ORE 21,00
SABATO ORE 21,00
DOMENICA ORE 18,00
LUNEDI' ORE 21,00


TRAILER

Festival di Cannes 2023 Premio Grand Prix Speciale della Giuria e Premio FIPRESCI (Concorso)
Premi Bafta 2024 Miglior film britannico, VINCITORE: La zona d'interesse

La zona d’interesse di Jonathan Glazer, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo dello scrittore britannico Martin Amis, è chiaro fin da subito come non sia la ricostruzione storica a interessare il regista, bensì la messa in scena di una situazione paradossale, così estrema da trasformarsi in un laboratorio di analisi della banalità del male e della separazione tra percezione soggettiva e realtà oggettiva.

Un uomo e sua moglie tentano di costruire una vita perfetta in un luogo apparentemente da sogno: giornate fatte di gite in barca, il lavoro d'ufficio di lui, i tè con le amiche di lei e le scampagnate in bici con i figli. Ma l’uomo in questione è Rudolf Höss, comandante di Auschwitz, e la curata villetta con giardino della famiglia si trova esattamente di fianco al muro del campo...Dal talento di Jonathan Glazer (Under The Skin), un’opera imprescindibile sulla perdita dell’umanità e sulla banalità del male.
Siamo di fronte ad un film ambizioso e collocato in un'epoca storica tristemente nota, quella degli anni '40 e della messa in atto della Soluzione Finale da parte dei nazisti. È la logica perversa, spietata, allucinante ma a suo modo lucidissima del nazismo, quella che Glazer mette sullo schermo. Una logica matematica che non ha tempo, spazio, luogo né necessità di alcuna forma di empatia umana. Di qualsivoglia forma di calore.
Seguiamo la vita di questa famiglia fuori e dentro ad Auschwitz. All’interno osserviamo il lavoro di Rudolf e fuori scorgiamo la moglie Hedwi, In sottofondo si sentono i rumori sinistri di prigionieri che marciano legati e nell'aria si vedono alzarsi nuvole di cenere, ma è principalmente tutto quello che sentono con le loro orecchie gli Höss e i loro ospiti. Un rumore di fondo costante, uno sciame di perturbazioni sonore che arriva da oltre il muro di cinta e filo spinato: quello che separa il giardino di casa Höss dal konzentrationlager e la colonna sonora del film è di un livello altissimo tapparsi le orecchie non è un'opzione possibile.

DOMENICA 25 FEBBRAIO
ORE 21,00

APPUNTAMENTO A LAND'S END
Un film di Gillies MacKinnon.
Con Timothy Spall, Phyllis Logan, Brian Pettifer, Celyn Jones
Genere: Drammatico
Durata: 86 min.


TRAILER

Appuntamento a Land's End, il film diretto da Gillies MacKinnon, racconta l’incredibile storia di Tom Harper (Timothy Spall), un ex soldato novantenne che ha da poco perso sua moglie Mary (Phyllis Logan).

La coppia ha vissuto per sessant'anni in un piccolo villaggio a Nord Est della Scozia che si chiama John O'Groats. Tom ha promesso alla moglie che un giorno avrebbe intrapreso un lungo viaggio fino a Land's End, luogo dove è nato e punto più a Sud Ovest della Gran Bretagna. È così che un giorno, con un piccolo bagaglio a mano e un abbonamento per i mezzi pubblici, prende un primo autobus in direzione di Land’s End, che si trova a 874 miglia di distanza.
Questo viaggio straordinario sarà un’occasione unica per l'uomo anziano di scoprire paesaggi meravigliosi entrando in contatto con la profondità dell'animo umano.
Visibilmente dimagrito, e invecchiato per finzione, Timothy Spall è il protagonista di un film che ha avuto la sua anteprima italiana al Bari International Film Festival. Intitolato The Last Bus, racconta l'ultimo viaggio di un novantenne con un importantissima missione da portare a termine.
Ciò che emerge, comunque, è lo straordinario lavoro fatto da Timothy Spall, che si muove realmente come una persona anziana, per cui anche il più piccolo movimento è frutto di uno sforzo sovrumano.
The Last Bus è un road movie, un film sull'amore, la perdita e l'anima umana. Un film che ci ricorda che non siamo soli e che siamo tutti sulla stessa barca.


Torna ai contenuti | Torna al menu